+39 0523.87.40.03

Madia Rubycon - design Claesson Koivisto Rune - Arflex

Madia Rubycon - design Claesson Koivisto Rune - Arflex
rubycon-arflex
rubycon-arflex-1
rubycon-arflex-2
rubycon-arflex-4
rubycon-arflex-5
rubycon-arflex-3

Madia Rubycon - design Claesson Koivisto Rune - Arflex

Designer
Claesson Koivisto Rune
Marchio
Arflex
Richiedi preventivo
Dimensioni

Colori e materiali

Legno

Laccato

Base

Laccato

Scegli le opzioni del prodotto
Richiedi preventivo
Aggiungi alla lista dei desideri
Spediamo in tutto il mondo
Descrizione
Dimensioni
Marchio
Spedizioni
Descrizione

La madia Rubycon è disegnata da Claesson Koivisto Rune per Arflex con moduli in legno tinto wengè, rovere, cioccolato, eucalipto o naturale, oppure in MDF laccato bianco, nero, Blu notte RAL 5011, bordeaux arflex, verde pantone 5635 o grigio RAL 7036.

Basamento in metallo laccato nero, oro o rame.

I cubi, di 49,7 cm di larghezza, possono essere con anta battente o col cassetto.

 

Il concetto di Rubycon usa la ripetizione di un singolo contenitore cubico per creare un volume orizzontale, con cinque diverse lunghezze, che poggia leggermente su una struttura sottile con delicati elementi di unione. 

Il loro nome deriva dalla stretta relazione tra ogni cubo e il suo vicino: questi cubi semplificati, disegnati senza maniglie o pomelli a vista, possono sembrare nel loro insieme come un dipinto tridimensionale. 

Il cliente ha la possibilità di scegliere tra una varietà di colori e di essenze, per personalizzare il suo dipinto vuoto. Il concetto Rubycon lascia completa libertà al cliente nella scelta delle finiture, disponibili nelle varie essenze e laccature della collezione arflex, permettendogli di creare un mobile che è grafico o discreto, a seconda delle situazioni. 

 

Dimensioni
Disponibile in 4 diverse misure l. 149,1 x p. 40 x h. 72 cm (3 moduli) l. 198,8 x p. 40 x h. 72 cm (4 moduli) l. 248,5 x p. 40 x h. 72 cm (5 moduli) l. 99,4 x p. 40 x h. 72 cm (2 moduli)
Marchio
Arflex

Arflex

Arflex nasce nel 1947 quando un gruppo di tecnici provenienti dalla Pirelli, Aldo Bai, Pio Reggiani, Carlo Barassi, ed il giovane architetto Marco Zanuso danno inizio alla sperimentazione dell'uso della gommapiuma e delle cinghie elastiche nell'arredamento. L'idea di base era quella di  avviare una produzione di mobili dall'estetica nuova e secondo una logica industriale, sfruttando la standardizzazione consentita dalle nuove tecnologie. I riconoscimenti non si fanno attendere e già nel 1951 alla IX Triennale di Milano la poltrona Lady si aggiudica la medaglia d'oro. Nel corso degli anni saranno moltissimi i designer eccezionali ad avvalersi del know-how di Arflex per realizzare i propri progetti innovativi. Qualche esempio oltre allo stesso Zanuso:  Franco Albini, di cui è ancora in produzione la poltrona Fiorenza (1952); Erberto Carboni con la poltrona Delfino (1954), uno dei primi esempi di design organico; Cini Boeri con Boborelax (1967), dove le schiume poliuretaniche costituiscono l'intera seduta da cui è stata eliminata qualsiasi struttura interna, e il divano Strips (1972), evergreen  premiato con il Compasso d'oro e presente nelle collezioni permanenti del MOMA di New York e Tokyo; Mario Marenco con i divani Marenco (1970), realizzato secondo un sistema rivoluzionario di cuscini indipendenti e Marechiaro (1976), dal design tuttora attualissimo. Più recenti, ma sempre contraddistinte da spirito d'avanguardia, le collaborazioni con Burkhard Voghterr (poltrona e divani Felix, 1985 e poltrona Armila, 1990), Carlo Colombo (divano Darwin, 2006, divano Femme, 2007, divano Faubourg, 2008, divano Frame, 2009, poltrona Cocca, 2006, poltrona Lips, 2010, poltrona Katrin, 2010, divano Candy, 2013, tavolo Octopus, 2009), il gruppo svedese Klaesson Coivisto Rune (sedia e poltrona Delta, 2009, tavolo Hug, 2013, scrivania Ponti, 2010, divano Hollywood, 2012, poltrona Mojo, 2008, poltrona Penta, 2013, poltrona e divano Hug, 2013), Paola Vella e  Ellen Bernhardt (divano Nest, 2009, poltrona Henry, 2009, tavolino Island 2013) Mario Lipparini (divano e poltrona Cocoon, 2005, poltrona Butterfly, 2005), Umberto Asnago (divano Naviglio, 2007). Tra le novità 2015 la riedizione della poltrona Cross, disegnata dall'architetto Marcello Cuneo nel 1974, le poltrone Jules & Jim ed il sistema di sedute Mangold di Klaesson Coivisto Rune, libreria, tavolo e consolle Match di Paola Vella ed Ellen Bernhardt e Bliss, progettata da Mario Ruiz in versione sedia e poltroncina, disponibile anche con base a razza, perfetta per l'ufficio.  

Spedizioni
Spedizioni

Classicdesign offre due modalità di trasporto della merce:

Trasporto standard: trasporto effettuato a pian terreno ed esclude il trasporto in casa, lo smaltimento dell'imballaggio ed eventuale montaggio. E' previsto il preavviso telefonico per fissare il giorno della consegna

Trasporto 'Guanti bianchi': include il trasporto al piano, il montaggio e lo smaltimento degli imballaggi.
I tempi per il trasporto white glove sono più lunghi [circa 10-15 giorni in più rispetto al trasporto standard]
Il trasporto Guanti bianchi non è previsto all'estero e nelle seguenti regioni: Basilicata, Molise, Puglia, Campania Calabria, Sicilia, Sardegna, Isole Minori
E' previsto il preavviso telefonico per fissare il giorno della consegna
ATTENZIONE: il trasporto al piano esclude tutti quei prodotti che per peso o dimensioni non siano trasportabili a mano. In questo caso è necessario richiederci un preventivo per l'affitto di piattaforma o altro strumento idoneo al trasporto al piano.

I costi di trasporto sono a carico del cliente e vengono calcolati in base al peso, volume e destinazione della merce. Il calcolo avviene automaticamente all'immissione dei prodotti nel carrello. 

Per ulteriori informazioni potete contattarci direttamente a info@classicdesign.it

Prodotti correlati

Vuoi essere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito il 5% di sconto sul primo ordine:

Vendite esclusive

Scopri le vendite esclusive di classicdesign.it! I migliori prodotti di design a prezzi imbattibili riservati ai nostri iscritti.